Visite ai famigliari ricoverati nelle case di riposo: le linee guida in Veneto

Anziana in casa di riposo

Ecco cosa bisogna fare per andare a trovare parenti o amici ricoverati nelle Rsa.

Finalmente, nelle case di riposo gli ospiti possono uscire dall’isolamento e ricevere, in totale sicurezza, le visite dei propri cari. Le regole sono ferree, com’è giusto che sia, ma il messaggio è confortante. Da tempo lo Spi Cgil del Veneto chiede alla Regione di definire linee guida per riaprire le Rsa del nostro territorio, considerate per lo più Covid free. Ci ha pensato il ministro Roberto Speranza – con un documento in vigore fino al 30 luglio 2021 – a definire le regole che poi verranno recepite dalle singole Ulss. Norme rigide, come detto, ma pensate per scavalcare quel muro di solitudine ed emarginazione che da oltre un anno affligge gli anziani ricoverati nelle residenze sanitarie assistenziali.

COSA PREVEDONO LE LINEE GUIDA SULLE VISITE IN RSA

Ecco i punti chiave delle linee guida dettate dal governo

  • Le visite dovranno avvenire su appuntamento, salvo casi eccezionali. Per accedere, i familiari dovranno esibire la certificazione verde, il green pass previsto per chi abbia già avuto il Covid, si sia già sottoposto a vaccinazione completa oppure abbia effettuato un tampone antigenico entro le 48 ore precedenti.
  • Le case di riposo devono trasmettere alle aziende sanitarie le modalità organizzative adottate sulla base delle indicazioni ministeriali, per consentirne la condivisione e le eventuali verifiche.
  • Gli accessi devono riguardare di norma non più di due visitatori per ospite, indicati dallo stesso ospite o, in caso di sua incapacità certificata, identificati nella sfera di relazione/affetti dell’anziano ricoverato e per una durata definita per favorire anche frequentemente le visite a tutti coloro che vengono autorizzati.
  • All’ingresso i familiari/visitatori, oltre ad esibire la certificazione verde Covid-19, sono sottoposti al protocollo di sorveglianza già in uso nelle strutture, come la verifica della temperatura, l’igiene delle mani, il distanziamento, la compilazione della check list. Inoltre il visitatore deve sempre indossare correttamente i dispositivi di protezione individuale in base al livello di rischio: la mascherina deve essere almeno una FFP2 o superiore.
  • La struttura, poi, deve garantire, ove possibile, percorsi distinti di accesso e di uscita dei visitatori dagli spazi dedicati all’incontro con il proprio caro.

spacer Linee guida
spacer Ordinanza

Ricevi tutte le notizie

Iscriviti subito alla nostra Newsletter







Dichiaro di aver letto e compreso la vostra Privacy Policy.*