Modello RED, il 28 febbraio il termine per la presentazione 

Scade il 28 febbraio 2022 il termine per presentare il modello RED 2021, la dichiarazione reddituale che l’INPS richiede annualmente ai pensionati titolari di prestazioni collegate al reddito, come integrazione al minimo, pensioni di reversibilità, assegni al nucleo familiare, maggiorazione sociale. 

Con il RED l’INPS verifica che il pensionato abbia ancora diritto a tali prestazioni e alla luce dell’indicazione dei redditi posseduti ne determina l’importo. 

Chi deve presentarlo? 

• Chi presenta il 730 o il modello REDDITI PF e possiede altri redditi, in alcuni casi esenti o esclusi dalla dichiarazione dei redditi 

• Chi presenta il 730 o modello REDDITI PF ed è titolare di pensioni estere o di reddito da lavoro autonomo; 

• Chi è esonerato dalla presentazione della dichiarazione dei redditi e non la presenta. 

Chi riceve la comunicazione dall’INPS? 

I titolari di pensione residenti all’estero riceveranno una comunicazione postale (RED EST) che deve essere restituita all’INPS esclusivamente tramite il Patronato INCA CGIL o per il tramite dell’Autorità Consolare Italiana. 

I titolari di pensione residenti in Italia invece non riceveranno alcuna comunicazione postale e potranno scegliere se 

  • rivolgersi al CAAF convenzionato per la compilazione del modello RED  
  • presentare la dichiarazione autonomamente tramite il sito dell’INPS. 

Chi l’anno precedente non ha reso la dichiarazione reddituale all’INPS riceverà una lettera di sollecito. Chi non presenterà il modello RED potrà incorrere nella sospensione o revoca delle prestazioni percepite. 

Dove presentare il modello RED? 

Il RED va presentato tramite i CAAF, che trasmettono all’INPS i dati delle dichiarazioni rese dai pensionati e offrono assistenza gratuita alla compilazione dei modelli, certificando l’entità del reddito dichiarato. 

Quali sono i documenti necessari per la compilazione del RED?
  • Documento d’identità dell’utente
  • Codice fiscale del dichiarante e, se necessario, del coniuge
  • Dichiarazione dei redditi del pensionato con tutta la documentazione relativa 
  • CU rilasciata dal datore di lavoro se sono stati erogati arretrati di lavoro dipendente o trattamenti di fine rapporto (liquidazione, buonuscita)
  • Arretrati di lavoro dipendente o trattamenti di fine rapporto (liquidazione, buonuscita)
  • Documentazione relativa a interessi bancari, postali, di BOT, CCT o altri titoli di Stato
  • Documentazione di eventuali redditi esenti (pensioni di invalidità civile, di guerra, redditi esteri, ecc.)

Se negli anni richiesti non è stata presentata la dichiarazione dei redditi sono necessari anche: 

  • Certificazione dei redditi da pensione (Mod. CU), pensioni estere, gettoni di presenze, certificazioni di collaborazione coordinata e continuativa o occasionale (Mod. CU)
  • Visure catastali o atti notarili per redditi da terreni o fabbricati
  • Documenti attestanti altri redditi (ex. Mod. RAD per dividendi da azioni e certificazioni di redditi da capitale etc)
  • Redditi di partecipazione in società di persone ed assimilate
  • Redditi soggetti a tassazione separata e ad imposta sostitutiva
  • Investimenti all’estero e trasferimenti da, per e sull’estero
  • Copie delle ricevute di incasso degli affitti degli immobili 
  • Contratti di locazione
  • Sentenze di separazione o divorzio

Trova il Caaf più vicino a te nel sito www.caaf.it

Ricevi tutte le notizie

Iscriviti subito alla nostra Newsletter







Dichiaro di aver letto e compreso la vostra Privacy Policy.*


Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.