Stare bene insieme, le buone pratiche per le RSA. L’esperienza del Veneto.

“I nostri racconti. Le nostre esperienze. Le nostre proposte.” Stare bene insieme è il progetto che ha visto confrontarsi nel corso di cinque incontri (dal 22.12.2016 al 23.02.2017) le lavoratrici e le ospiti dei Centri servizi per anziani del territorio veneto.
Il gruppo ha condiviso le proprie storie di donne, lavoratrici, madri, figlie, colleghe in un percorso guidato da Roberta Rosin e Valentina Cincotto, due psicoterapeute dell’Associazione di Psicologia Funzionale di Padova.

Guarda la gallery della giornata su Flickr

Il frutto di questi incontri è stata la scrittura di un decalogo delle buone pratiche da consegnare a tutte le strutture per anziani, e una pubblicazione in cui viene raccontato, attraverso la viva voce delle protagoniste, come si svolge il lavoro dentro a queste strutture e quali siano le relazioni che vi si instaurano.

La presentazione della pubblicazione e del decalogo “Stare bene Insieme. Le relazioni tra le lavoratrici e le ospiti dei centri servizi per anziani” è avvenuta lunedì 13 marzo nella sede della Cgil del Veneto.

Scarica il decalogo (in pdf)

Scarica la relazione di Rosanna Bettella (in pdf) 

Le lavoratrici provengono sia da Ipab Pubbliche, che da strutture residenziali private. Dopo alcuni recenti episodi di maltrattamenti e percosse nei confronti di anziani ricoverati in strutture residenziali, il tema della violenza su anziane e anziani è diventato prioritario per il Sindacato dei pensionati della CGIL tanto da indurlo a costituirsi parte civile in alcuni processi. Un centinaio gli abusi riscontrati nell’arco di tre mesi tra il 2015 e il 2016 in una di queste strutture, tutti documentati dalle telecamere installate dai carabinieri. Le violenze erano quotidiane.
È molto difficile indagare la qualità dei servizi erogati anche se sappiamo che la maggior parte di essi sono ottimi. “Per questo abbiamo pensato che una delle vie potesse essere quella del confronto diretto tra le operatrici che vi lavorano i e donne pensionate, tra interne ed esterne – spiega Rosanna Bettella, responsabile coordinamento donne dello SPI CGIL del Veneto, tra le ideatrici del progetto assieme a Palma Sergio segretaria regionale FP Venetoe di cose interessanti, anche dolorose ne sono venute fuori, eccome. Il nostro intento come Sindacato è quello di comprendere meglio la realtà di queste strutture, di intervenire e agire concretamente per migliorare la qualità delle condizioni di lavoro e dei servizi offerti agli anziani e alle loro famiglie attraverso il nostro lavoro sindacale e la contrattazione sociale”.

QUALCHE DATO SUL VENETO
  • Nel Veneto gli over 65 rappresentano ormai il 22,8% dei residenti totali. Mentre gli over 80 sono più di 320 mila, ovvero il 6,5% della popolazione residente in Veneto e registrano un aumento del 33,7% rispetto a 10 anni fa.
  • Nelle RSA l’età media degli ospiti è di 83,5 anni, e il 76% sono donne che mediamente sono afflitte da 4 patologie. Le demenze interessano il 44 % degli ospiti.
  • Nel Veneto operano 310 presidi residenziali per Non Autosufficienti con circa 30168 posti letto.