PROGETTO ANZIANI SICURI “…io non ci casco!” a Verona

Lo SPI CGIL di Verona mette in piedi una a rivisitazione del progetto ” IO NON CI CASCO” grazie alla collaborazione con il gruppo teatrale FuoriTempo che ha ideato una nuova commedia da proporre nei centri APQ del Comune di Verona, che ha concesso il patrocinio all’iniziativa. In calendario due iniziative a breve, altre con le date da definire sono previste a fine estate.

Il progetto “ANZIANI SICURI” nasce dall’esigenza di investire sul bisogno di legalità diffusa, vera e propria emergenza sociale nel nostro Paese, nonché dalla consapevolezza che gli anziani non sono solamente un dato demografico, né tanto meno un punto di criticità della vita sociale. Sono persone fortemente radicate alla propria abitazione, alla propria città, al proprio quartiere, gelose e custodi di una propria speciale autonomia. Il mantenimento degli anziani nella vita domiciliare e di quartiere mette in primo piano il rispetto della persona, evitando la spersonalizzazione e la rottura con la storia di una vita.
È necessario combattere i fenomeni della violenza alle persone anziane puntando alla ricostruzione di una vita sociale dignitosa, al legame sociale e relazionale, alla rassicurazione che restituisca alla persona anziana speranza e fiducia nella collettività.  Il progetto “ANZIANI SICURI” si propone di avvicinare gli anziani del territorio che si sentono insicuri e diffidenti e molto spesso soli per “in-formarli” sui metodi per prevenire reati e truffe ai loro danni.
La sicurezza per gli anziani non può essere rappresentata solo da una porta blindata, la quale invece rappresenta semmai la fine della socialità, l’auto-segregazione, la privazione di una vita sociale. La garanzia quindi non è soltanto nella repressione, che pure è spesso necessaria, ma nella capacità di aggregare, di vigilare su ciò che rappresenta il patrimonio comune, di determinare un ambiente amichevole. Un ambiente in cui tutti possano vivere in tranquillità avendo fiducia in quello che gli sta vicino. Una vita di comunità, di prossimità, che rassicuri e renda tutti reciprocamente partecipi come soggetti attivi. In questo senso diventa un elemento essenziale anche il discorso di formare ad una cultura di socialità, facendo leva sulla ricostruzione di situazioni sociali positive a partire dai caseggiati, dai quartieri, con l’ausilio fondamentale dell’associazionismo, del volontariato.
I pensionati del Gruppo di Teatro “Fuoritempo” dello Spi Cgil di Verona sperimentano l’utilizzo dei linguaggi del teatro quale veicolo alternativo per avvicinare giovani e non solo alle tematiche della legalità democratica.
Il Progetto ANZIANI SICURI “… io non ci casco!” prevede una giornata evento presso i centri A.P.Q che aderiscono con:
1) Messa in scena della commedia  “Il Cortile” – a cura del Gruppo di Teatro “Fuoritempo” SPI CGIL Verona
Il tuo vicino è il miglior antifurto.  Questo è il pensiero di fondo di quest’opera che si propone di affrontare l’odioso tema delle truffe ai danni degli anziani con un umorismo e con una leggerezza che in nessun modo intende però sottovalutare la rilevanza e la drammaticità del fenomeno.
In quel cortile agli anziani abitanti di un vecchio palazzo accade di tutto…: condite con un po’ di sana ironia vengono rappresentate scenette su spiacevoli situazioni in cui si può essere coinvolti e raggirati: la circuizione di chi, fingendosi parente, si offre di accompagnare la vittima a casa; la truffa informatica nei confronti di chi è troppo disinvolto con il web; la truffa bancaria o il finto agente dell’azienda del gas… – ma l’attenzione reciproca ed ancor più l’empatia verso i soggetti più a rischio da parte di chi è più vigile si rivelerà la vera grande arma, e i residenti di questo “cortile” imparano il grande valore della vicinanza e della solidarietà, sempre in uno spirito che tenta di uscire dal sospetto e dalla paura, come a dire attenti al pericolo, ma però senza mai cadere in un paralizzante timore… e non manca la storia d’amore…

Atto unico. – Durata 30 minuti.
2) a seguire: incontro/dibattito pubblico con un invitato della Polizia di Stato durante il quale verranno trattati i temi inerenti agli aspetti emotivi, relazionali e sociali del fenomeno TRUFFE E RAGGIRI e illustrati i comportamenti scorretti tenuti normalmente dai truffatori. Saranno dati utili consigli, grazie alla collaborazione con il SILP Cgil e l’O.S. Pensionati del territorio.
– conversazione: durata 1 ora ca.
– al termine dell’incontro verrà consegnato agli intervenuti un vademecum operativo contenente piccoli ma quanto mai preziosi consigli per evitare di rimanere vittime dei truffatori.

I prossimi due incontri sono previsti il il 10 maggio e il 15 maggio prossimi.

Scarica la locandina de Progetto ANZIANI SICURI “… io non ci casco!” – 10 maggio (in pdf) 

Scarica la locandina de Progetto ANZIANI SICURI “… io non ci casco!” – 15 maggio (in pdf)