Giornata della Memoria a Venezia: 30 gennaio, “le leggi della vergogna”

1938-2018: sono passati 70 anni dall’emazione delle leggi razziali, una vergogna e una infamia imperdonabile. A causa di quelle leggi migliaia di ebrei italiani furono perseguitati, umiliati, ridotti alla fame, arrestati e poi spediti nei campi di sterminio. La ricorrenza della Giornata della Memoria 2019 vedrà quindi come tema principale quello delle leggi della vergogna ma sarà l’occasione per presentare anche il libro “il banco vuoto. Scuola e leggi razziali. Venezia 1938-45” di Maria Teresa Sega. L’incontro partirà con la testimonianza di Olga Neerman e l’introduzione di Marco Borghi, direttore Iveser Venezia e Daniele Tronco, segretario generale dello Spi Cgil Metropolitano di Venezia. A discuterne Paolo Navarro Dina, consigliere della comunità ebraica di Venezia e Marina Scarpa Campos, presidente dell’associazione Figli della Shoah Venezia. Seguirà l’intervento del partigiano Mario Bonifacio e le musiche del Minimal Klezmer Trio. 

Scarica la locandina dell’iniziativa