“DATECI RETTA”, 4 MILA PENSIONATI VENETI ALLA MANIFESTAZIONE DI ROMA IN PROGRAMMA SABATO

L’iniziativa è organizzata unitariamente da Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil per protestare contro le politiche di questo governo.

“Dateci retta!”. È questa la parola d’ordine che sabato 1° giugno accompagnerà 4 mila pensionate e pensionati veneti in piazza San Giovanni alla manifestazione nazionale di Roma, organizzata da Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil per contestare la totale mancanza di attenzione da parte del governo su temi fondamentali per la popolazione anziana.

In particolare, i sindacati dei pensionati focalizzeranno la loro protesta su questioni delicatissime come la tutela del valore delle pensioni e la non autosufficienza.

Per quanto riguarda le pensioni Spi, Fnp e Uilp contestano i continui meccanismi di “taglio” delle rivalutazioni dell’assegno previdenziale, che determinano la perdita del potere d’acquisto da parte dei pensionati. Anche l’ultimo governo, come già denunciato dai sindacati, ha ridotto di fatto le pensioni a oltre 530 mila anziani veneti.  I sindacati contestano anche l’eccessiva tassazione che colpisce le pensioni.

I pensionati scenderanno in piazza anche per richiedere finalmente una legge nazionale sulla Non Autosufficienza, che sia adeguatamente finanziata per garantire dignità agli anziani.

Questo governo non ci ascolta – denunciano i sindacati dei pensionati del Veneto -. In questi mesi abbiamo lanciato numerosi appelli con l’obiettivo di favorire politiche attente ai nostri anziani, invece l’unica cosa che ha fatto l’esecutivo Conte è il taglio della rivalutazione e il corposo conguaglio che i pensionati restituiranno questo mese. Il governo non ci ha voluti ascoltare, rimanendo indifferente di fronte a temi di straordinaria rilevanza per la vita delle persone anziane e delle loro famiglie. Ecco perché sabato saremo tutti in piazza. Chiederemo al governo di darci finalmente retta!”