Nascere in montagna anche oggi una scelta difficile

locandina nascere in cadore5Un libro prende avvio dalla consultazione di un faldone depositato presso l’archivio storico del comune di Belluno.  Documenti che  abbracciano  un arco di tempo che va dal 1829 al 1934. Ma solo documenti non sono dentro a quella cartella. Sono la vita reale dura e faticosa di donne levatrici che corrono in soccorso ad altre donne  lo stesso stremate e affaticate  dal lavoro dei campi, della casa, delle stalle. Sono le regole prime di lavoro e di orientamento al lavoro qualificato.

Questo ritroviamo nel libro di Ferruccio Vendramini  “Nascere In Montagna Levatrici e mammane nella società bellunese fra Ottocento e Novecento” che lo Spi Cgil di Belluno e lo Spi Cgil del Cadore con il coordinamento donne e l’Isbrec invitano a leggere e al contempo a partecipare all’incontro con l’autore Venerdì 9 0ttobre 2015 ore 20.30 a Campolongo  di Cadore – Casa  della Regola.

Loredana Casanova – Segreteria SPI CGIL Cadore Belluno

presenta i relatori Maria Rita Gentilin – Coordinamento donne Spi Cgil

Ferruccio Vendramini Autore – ricercatore e storico

Paola Salomon   Presidente ISBREC – ricercatrice  e storica

Adriano De Zolt – Maestro di musica

Renato Bressan – Segretario Generale Spi Cgil provincia Belluno e l’esibizione del Coro Peralba diretto dal maestro Adriano De Zolt.

Scarica la locandina dell’evento.