Io riattivo il lavoro

Nelle piazze di tutta Italia e del Veneto è partita la raccolta di firme per una legge che faccia ripartire le aziende confiscate alla criminalità organizzata.

“Io riattivo il lavoro” è il titolo della campagna con la quale la Cgil lancia la proposta di una legge di iniziativa popolare a tutela dei lavoratori delle aziende confiscate in seguito a indagini finalizzate all’individuazione di attività illecite legate alla mafia e alla criminalità organizzata.

La proposta di legge si pone quali obiettivi principali quelli di ampliare l’attuale copertura degli ammortizzatori sociali per i lavoratori che rischiano di rimanere senza lavoro; favorire l’emersione alla legalità dell’azienda nel momento della gestione da parte dell’autorità giudiziaria; sostenere il percorso di riconversione delle aziende per rilanciarle nella fase di confisca.

Nei prossimi mesi, nelle piazze e nei mercati di tutta Italia e quindi del Veneto, saranno presenti i tavoli per la raccolta delle firme, e riaffermare ancora una volta che i beni e le aziende confiscate alle mafie sono “beni di tutti” e vanno quindi restituiti alla collettività e soprattutto al circuito dell’economia legale.
Su www.spi.veneto.it gli appuntamenti con i banchetti e le iniziative correlate.