Dallo Spi Cgil di Belluno un grazie al Comune di Calalzo

Il Coordinamento donne dello Spi Cgil e la segreteria dello Spi Cgil di Belluno, visto quanto disposto nel bilancio previsionale 2018 del Comune di Calalzo, a sostegno del Centro Antiviolenza gestito dall’associazione Bellunodonna e a sostegno dei nuovi nati, ritiene giusto segnalare favorevolmente il lavoro del Sindaco e di tutta l’Amministrazione. Il lavoro di negoziazione sociale portato avanti dalle Organizzazioni Sindacali se unito alla sensibilità  degli amministratori porta a risultati importanti come in questo caso. Avere nel territorio aiuti e case sicure per chi vive da vittima e insieme favorire le azioni di sostegno alla natalità e alla famiglia. La piattaforma di Welfare territoriale  consegnata a tutti i sindaci e sulla quale ci si confronta  è improntata ad arginare lo spopolamento della provincia ma anche a dare modo di vivere  in benessere a chi in provincia vi risiede e vi abita. E la proposta per scongiurare la violenza di genere si rifà all’invitare gli amministratori tutti a rendere disponibile almeno lo 0,50 euro per abitante in modo di  strutturare in forma stabile le risorse per  mantenere in vita l’unico punto di soccorso di  tutta la provincia dedicato alle donne in balia di violenze e soprusi. Il primo segnale significativo di attenzione è arrivato da Calalzo.

Grazie!