Cancellazione del diritto all’aborto, un crimine verso le donne

Il commento del Coordinamento Donne Nazionale dello Spi Cgil alla decisione della Corte Suprema degli Stati Uniti

La Corte Suprema USA cancella il “diritto costituzionale” all’aborto dopo 50 anni. In 13 stati, tra cui il Texas, scatta subito il divieto.

Sì alla guerra – no all’aborto: gli uomini decidono!

Nuovamente i diritti delle donne vengono cancellati.

Si nasconde, ancora una volta, cosa ha significato l’aborto clandestino praticato nei secoli dalle donne e quanto siano state colpevolizzate e additate come assassine.

È come se si cancellasse la memoria di battaglie politiche e civili e allora ricordiamo agli uomini e alla politica che per molte donne l’aborto ha significato mammane, ferri da calza e lacerazioni, emorragie, morte; medici (uomini) compiacenti, pagati profumatamente, ma fuori dalle strutture pubbliche; voli a Londra…

Le donne hanno scelto che abortire o tenere un figlio non poteva più essere delegato agli uomini; volevano essere libere dal destino che gli avevano assegnato.

L’aborto è dolore, l’aborto è tragedia e lo è ancora di più per le donne povere, per le ragazze a cui la scuola non può dare informazioni sull’educazione sessuale, lo è per donne stuprate dai famigliari, dalla rete amicale, lo è per le donne stuprate nelle guerre e che vengono considerate oggetti e “bottino di guerra”…

Tantissime le ragioni: salute, relazioni malate, problemi economici, problemi sociali – motivazioni che appartengono a loro e solo a loro.

Nessuno ha il diritto e può decidere sul/del corpo di un’altra persona.

Cancellare l’aborto tutelato e riportare l’aborto clandestino è un crimine verso le donne.

Gli obiettori che, in molte realtà del nostro paese, impediscono alle donne l’esercizio di un diritto acquisito e tutelato dal servizio pubblico, è una situazione non più accettabile e deve essere denunciata, arginata e combattuta.

Questa società patriarcale, sostenuta dalla chiesa e dalle forze di destra, cancella diritti, tutele e libertà: noi non lo permetteremo!

Coordinamento Donne Nazionale SPI Cgil

Ricevi tutte le notizie

Iscriviti subito alla nostra Newsletter







Dichiaro di aver letto e compreso la vostra Privacy Policy.*


Continuando a navigare nel sito acconsenti all'uso di Cookie Tecnici neccessari che permettono di offrire la migliore esperienza di navigazione, come descritto nell'informatva sulla privacy.