25 novembre 2021: le iniziative in Veneto sulla Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della Violenza sulle Donne sono molte le iniziative sul territorio. Il tema da sempre infatti è tra i più sensibili per il nostro sindacato e per il Coordinamento donne dello Spi del Veneto che da anni fa attività di sensibilizzazione per far emergere tutte le situazioni di violenza che, anche nella nostra Regione, purtroppo coinvolgono anche le donne anziane. Mai come in questo periodo storico, infatti, la cronaca parla tanto di violenza sulle donne. Se ne parla perché mai come ai giorni nostri le donne sono vittime di vessazioni agghiaccianti da parte degli uomini. È un’emergenza nazionale, quasi un bollettino da crimini di guerra che negli ultimi anni non trova pausa. Ricordiamo come nel 2020, il lockdown abbia aumentato la violenza domestica nei confronti delle donne. Se guardiamo poi i dati del 2021 e i numeri che possiamo facilmente recuperare dal sito https://femminicidioitalia.info/lista/2021 constatiamo che sono 100 le donne morte ammazzate, e di queste cento morti, 56 sono state identificate come femminicidi.

FEMMINICIDI IN VENETO

E nella nostra regione? La situazione è preoccupante: 10 donne ammazzate nel nostro territorio dall’inizio dell’anno, con una media di circa 1 donna ammazzata ogni 3 settimane. Bisogna contrastare questa strage continua, bisogna contrastare questa vergognosa regressione culturale. Si tratta sempre di uomini che hanno una strana concezione di amore e possesso. Inaccettabile. Diventa quindi fondamentale occuparsi di violenza di genere: è un problema che fa parte di ciò che deve essere affrontato quando si uscirà dalla pandemia. È parte integrante della ricostruzione.

Proprio con l’obiettivo di non spegnere i riflettori sul problema (che va certamente trattato quotidianamente) lo Spi e i coordinamenti donne dei vari territori organizzano una serie di iniziative, sit-in, flashmob, seminari e momenti informativi, che vi riassumiamo qui di seguito, divisi per provincia.

BELLUNO

PADOVA Cadoneghe

ROVIGO

TREVISO

VENEZIA MiranoConcordia SagittariaSan Donà di PiaveMira SpineaJesoloPegolotte di ConaCavarzereMestre

VERONAVerona 2

VICENZA

I DATI. LA PANDEMIA E L’AUMENTO DEI FEMMINICIDI 2020 – 2021

Le statistiche descrivono freddamente come le misure di contenimento del virus abbiano inciso in maniera grave sull’aumento degli episodi di violenza sulle donne. Nel primo semestre del 2020, stando al rilevamento dell’Istat dedicato agli omicidi, i femminicidi sono stati pari al 45% degli omicidi, contro il 35 % dei primi mesi 2019. La percentuale ha poi avuto il picco maggiore del 50% durante il lockdown nei mesi di marzo e aprile. Un incremento con soluzione di continuità è però riscontrato anche in questo 2021, seppur in lieve calo. I dati divulgati lo scorso 17 settembre dal Viminale mostrano come, dei 197 omicidi commessi dall’inizio dell’anno, il 41 % abbia per vittime le donne. Di queste, il 62% sono state uccise per mano di partner o ex partner.

Ricevi tutte le notizie

Iscriviti subito alla nostra Newsletter







Dichiaro di aver letto e compreso la vostra Privacy Policy.*