Salute e territorio. Il convegno a Rovigo il 24 giugno

La “sanità” non è solo ospedale e la “salute” non è solo sanità. Una mattinata dedicata alla salute e alla sanità. Lunedì 24 giugno lo Spi e la Cgil di Rovigo hanno in programma, al Palazzo della Gran Guardia (ore 9.00) un convegno dedicato all’approfondimento della situazione sociosanitaria nel territorio polesano, dopo l’approvazione del Piano Socio Sanitario Regionale. 

“Salute e Terrritorio”: questo il titolo dell’iniziativa che vedrà l’introduzione di Nicoletta Biancardi, segretaria generale dello Spi di Rovigo e sarà presieduta da Margaret Crivellari, della segreteria provinciale del sindacato dei pensionati rodigino.

Cercheremo di affrontare le problematiche legate ai nuovi bisogni di salute nel territorio, – spiega la Biancardianche per l’effetto di diverse problematiche che caratterizzano la nostra provincia, quali invecchiamento della popolazione e diseguaglianze. Metteremo in evidenza anche che oggi sempre più il baricentro dei problemi di cura passa da malattia acuta a quella cronica, sollecitando una vera presa in carico del paziente con la medicina di iniziativa e non più di attesa.”

Il convegno, che vede tra gli altri la presenza del prof. Edoardo Gaffeo, sindaco di Rovigo, il dott. Antonio Compostella, direttore generale della Ulss 5, il dott. Francesco Noce, presidente dell’ordine dei medici, Franco Vitale, presidente della Conferenza dei Sindaci, Stefano Cecconi, del dipartimento salute della Cgil nazionale e la dott.ssa Cristina Santi, presidente della cooperativa sociale Laerte, mira ad approfondire anche le tematiche che riguardano la non autosufficienza e i servizi socio sanitari sul territorio, non pienamente rispondenti alle esigenze dei cittadini e che necessiterebbero di un potenziamento di tutta la filiera, promuovendo la prevenzione e il benessere.

Ricordiamo che Rovigo si piazza al secondo posto in Veneto come provincia con la percentuale più alta di over 80 soli rispetto agli ultraottantenni totali con il 64%, ovvero 12.409 persone.

La giornata sarà conclusa da Renato Bressan, della segreteria dello Spi Cgil regionale.