Mai più fascismi. Manifestazione unitaria contro il fascismo, dal Veneto arriveranno a Roma oltre duemila pensionati dello Spi

Saranno migliaia i pensionati veneti dello Spi Cgil che sabato prossimo (16 ottobre) parteciperanno alla grande manifestazione unitaria di Roma per ribadire il proprio no a tutti i fascismi dopo l’assalto squadrista alla sede della Cgil capitolina. Da Venezia a Belluno, da Padova a Verona, da Rovigo, Vicenza e Treviso, sono decine i pullman che il sindacato dei pensionati, sta organizzando grazie a una adesione altissima da parte degli iscritti che, già a centinaia, chiamano per confermare la propria presenza. Lo Spi del Veneto è da sempre in prima linea nel ribadire i valori dell’antifascismo, lo è di diritto avendo fra i suoi militanti e iscritti molti di quelli che hanno contribuito a ricostruire il paese su basi democratiche dopo il ventennio fascista. Lo ribadisce con incontri nelle scuole sulla memoria e sulla Resistenza, con la pastasciutta antifascista di luglio, che nella nostra regione vede sempre una partecipazione massiccia non solo da parte delle persone anziane. «Quello che è successo sabato è gravissimo e preoccupante – sottolineano dalla segreteria regionale dello Spi – è stato attaccato il luogo simbolo del lavoro con una violenza inaudita, condotta da alcuni personaggi ben noti che, facendo leva su disagio, paure, ignoranza e disinformazione, hanno ripreso forza riportandoci indietro nel tempo nel pieno degli anni ‘70. Molti nostri pensionati sono stati testimoni diretti di quello che ha rappresentato il Ventennio per l’Italia e il loro rammarico ma, ancor più, il disgusto per questi rigurgiti fascisti, sarà rappresentato in massa sabato a Roma». Lo Spi del Veneto e la Cgil hanno denunciato a più riprese la presenza di frange estremiste, come la formazione neonazista Veneto Fronte Skin, nella nostra regione e come dimostrano gli attacchi di Forza Nuova alle nostre sedi in Veneto e anche alle sedi di Cisl e Uil. Nella capitale, anche il sindacato dei pensionati dello Spi Cgil, farà sentire forte la sua voce per chiedere, con tutta la piazza San Giovanni, lo scioglimento di queste formazioni parafasciste e para naziste.

Ricevi tutte le notizie

Iscriviti subito alla nostra Newsletter







Dichiaro di aver letto e compreso la vostra Privacy Policy.*