Ludopatia? Anche no! Partito il progetto dello sportello Spi-Auser contro la ludopatia a Campalto

Il 13 marzo scorso,  nella sede Auser di Campalto in Piazzale Zendrini 22, è iniziato il percorso del Progetto Ludopatia, frutto di incontri tra lo SPI CGIL Lega Laguna, il dottor Silvano Felisati – ex sociologo del Servizio Dipendenze Droga Alcol e Gioco (SERD) Ulss 3 Serenissima – e l’Auser, al fine di fornire specifiche informazioni e delucidazioni a chi è coinvolto direttamente o indirettamente nel crescente fenomeno della ludopatia –  ormai vera e propria patologia – presente con notevole incidenza nel territorio metropolitano  di Venezia. Si potrà quindi telefonare – per una prima informazione –  al numero 041-5491445 ed essere richiamati dal dottor Felisati,  che riceverà chi necessita di informazioni e delucidazioni inerenti alla patologia, nella sede Auser di Campalto, il mercoledì pomeriggio dalle 15 alle 18 . Il Progetto Ludopatia appena inaugurato, è stato concordato e perfezionato – per la sua attuazione – nell’incontro dell’11 marzo scorso, alla presenza di Roberto Giacomini e Bruna Busso dello SPI CGIL Lega Laguna, del dottor Felisati, dei presidenti Auser di Campalto, Quarto d’Altino e Marcon, rispettivamente Giuseppe Varagnolo, Maria Grazia Coletti e Giancarlo Boschin. Il Progetto Ludopatia appena avviato è l’inizio di un percorso di massima – che vede altresì  l’interessamento di alcuni Medici di Base –  sarà via via corretto e aggiornato in base alle necessità, con la prospettiva di aggiungere eventuali altri recapiti, ove l’organizzazione sindacale metropolitana lo riterrà opportuno, non ultimo nei territori di Marcon e Quarto d’Altino, comuni che vedono una sempre maggior incidenza del fenomeno.