21 marzo Padova, piazza principale della Giornata della Memoria e dell’Impegno

Si svolgerà a Padova, come piazza principale, la XXIV Giornata della Memoria e dell’Impegno che ricorda di tutte le vittime innocenti delle mafie e rinnova in nome di quelle vittime l’impegno nella lotta alla criminalità organizzata e alla corruzione.

“Passaggio a Nord Est, orizzonti di giustizia sociale” è il tema che accompagnerà il 21 marzo, durante il quale i familiari di vittime innocenti delle mafie saranno presenti a Padova e nei tanti luoghi dove si svolgerà la manifestazione. Durante la giornata saranno letti i circa 1000 nomi di vittime innocenti delle mafie, semplici cittadini, magistrati, giornalisti, appartenenti alle forze dell’ordine, sacerdoti, imprenditori, sindacalisti, esponenti politici e amministratori locali morti per mano delle mafie solo perché, con rigore, hanno compiuto il loro dovere.

“È la prima volta che la manifestazione nazionale in ricordo delle vittime innocenti delle mafie si tiene al Nord – sottolinea Rosanna Bettella, segretaria dello Spi Cgil Veneto con delega alla legalità -. Aver scelto Padova e il Triveneto sta anche a significare che si vogliono accendere finalmente i riflettori su questo territorio che per troppo tempo è rimasto nell’ombra. Un’ombra grigia come lo è il tessuto di questa nostra regione, dove la commistione tra illegalità e legalità ha un confine labilissimo che ha permesso negli anni alle mafie di prendere piede e proliferare. La manifestazione del 21 marzo è il pretesto anche per illuminare le tante cose positive che vengono fatte, l’impegno di tanti volontari, compresi quelli dello Spi Cgil, lo strenuo lavoro di tanti amministratori per la coesione sociale nella loro comunità. Saranno coinvolte, oltre al Veneto anche il Friuli Venezia Giulia e il Trentino Alto Adige: un’occasione per far sentire la vicinanza ai familiari delle vittime innocenti e per tradurre la stessa memoria in responsabilità e impegno.”.